Stage

Home / Stage

Stage

MirkoBattuelloDal 2011 al 2014 la scuola ha avuto l’onore di avere in scuola un grande ballerino: Mirko Battuello.

La sua prima lezione di danza comincia all’eta’ di 5 anni con la maestra Barbara Quintaba. Poi a 14 continua professionalmente a Londra al “Doreen Bird College”, viene scelto per il nuovo DVD Intermediate “Syllabus Boys” della “Royal Academy of London”. Vince una borsa di studio alla “Royal Ballet School”, dove si diploma l’anno dopo.
Comincia a lavorare per il “London City Ballet”, coprendo ruoli solistici in balletti di repertorio e lavorando con coreografi di fama internazionali tra cui Matthew Bourne (Lago dei Cigni del film Billy Elliot). 1996 – Musical: “Cats” ad Amburgo, dove interpreta “Macavity e Mr. Mistoffelees” per tre anni consecutivi. Protagonista a Londra del Musical dedicato a “Bob Fosse”(Cabaret di Liza Minelli, Chicago, All That Jazz). 2002 “Hello Dolly” della Compagnia della Rancia con Loretta Goggi – “Tosca, Amore disperato” di Lucio Dalla (assistente di Daniel Ezralov), “Dracula” della PFM all’Arena di Verona e “Metropolis” al Teatro Nuovo di Torino. 2007 Las Vegas,con con star internazionali tra cui Pamela Anderson e le Pussycat Dolls in “The Beauty of Magic” al “Planet Hollywood Hotel”.
Infine in questi ultimi anni, ha avuto il privilegio di essere assistente di Anthony Van Laast (coreografo di “Mamma Mia”) e Martino Muller (coreografo di “Notre Dame de Paris”) nel suo ultimo capolavoro “I Promessi Sposi” di Michele Guardi (Tournee’ Italiana 2011/12).


Massimo.LeantiNell’ anno 2014/15 tre giornate di Stage con il maestro e coreografo Massimo Leanti.

Nasce a Torino dove comincia a studiare danza con Don Marasigan per la tecnica Jazz, con Ileana Iliescu, Joan Bosiok e Giulio Cantello per la tecnica classica, arricchendo poi la propria formazione presso il Joe Tremaine Dance Center e presso l’EDGE Studio di Hollywood CA. Partecipa a numerosi workshop con insegnanti di fama internazionale tra cui Luigi, Cloude Thompson, Alex Magno, Wes Veldink.
Intraprende la carriera di insegnante di Modern Jazz a partire dal 1988 presso la scuola del Teatro di Torino sotto la direzione artistica di Loredana Furno, dove rimane per tre anni.

Nel 1991 si trasferisce a Ravenna dove apre la scuola Progetto Danza cominciando parallelamente a sviluppare l’interesse per la coreografia che lo porta a partecipare e vincere innumerevoli concorsi, i più recenti dei quali sono il concorso Danzasì 2004 (1° classificato con “Le tre sorelle”), Agon Coreografia 2005 (1° classificato con “Tunnel Vision”), concorso Danzasì 2006 (2° classificato con “Reign”).
Vittoria Ottolenghi lo chiama ospite nel 1997 all’Estate Fiesolana e a “Ballo è bello” presso il Teatro di Comacchio, nel 2000 al “Todi Festival”. Nel frattempo, nel 1998, crea una coreografia per i Percussionisti della Scala, nell’ambito della manifestazione “Ravenna Festival”.

Per il M.A.S di Milano, accademia all’epoca diretta da Susanna Beltrami per la quale lavora dal 1998 al 2000, crea il suo primo spettacolo coregrafato dal titolo “Wo-man” presentato a Roma al Teatro Valle, a Milano al Teatro Nuovo e alla Comuna Baires, al Festival di danza di Brisighella. Sempre per il M.A.S., nel 1999, mette in scena il suo secondo lavoro dal titolo “Aria”. Nello stesso anno viene chiamato dalla Compagnia del Balletto di Roma, diretta da Luciano Cannito, per coreografare un brano dal titolo “Contagio”.

Nel 2000 mette in scena un lavoro ispirato al film “Central do Brasil” dal titolo “Post-Scriptum” con la regia di Maria Paola Cordella e inizia la collaborazione didattica con il California Dance Center di Milano, per il quale lavora tuttora.

Nel 2001 si occupa della coreografia del video dei Gemelli Diversi “Come piace a me”. Dal 2002 al 2004 si concentra sull’insegnamento, stringendo collaborazioni con diverse scuole in tutta Italia e comparendo nel cast dei più rinomati stage.

Nel 2005 partecipa a Vignale Danza con lo spettacolo dal titolo “Siasincrono” con le musiche dal vivo di Riccardo Genovese.

Nel 2006 debutta sul palcoscenico di Alassio col suo ultimo progetto “Invideo, invidia” nel quale, collaborando con il videomaker Massimo Stella, avvia la propria ricerca sul potere comunicativo che scaturisce da un’armonica interazione tra codici artistici diversi.

Oggi insegnante presso il M.A.S. e l’arcobaleno danza di Milano.